Revolver FAGNUS Maquaire

In calibro .450

Arma per lungo tempo attribuita al francese Maquaire, è in effetti un revolver prodotto dalla Ditta Fagnus di Liegi (Belgio) attorno al 1880.
In effetti l’errata attribuzione è dovuta al fatto che questo revolver non riporta in evidenza il nome del produttore, ma solo un generico “Acier fondu” che in francese ha lo stesso significato di “Acciajo fuso” che la Glisenti scriveva sulle rivoltelle modello 1861.
Amédée Maquaire era un grossista parigino direttore della “macchine da cucire Maquaire” che ha presentato alla commissione di Vincennes la richiesta che l’arma venisse esaminata per l’adozione militare francese.

Ma il vero inventore è stato Alexandre Fagnus, che per questa pistola ha depositato in Belgio sette brevetti di cui uno, datato 15 Dicembre 1876, per questo revolver.

Questo revolver, piuttosto influenzato nelle linee al revolver d’ordinanza Francese modello 1873, è stato adottato dagli ufficiali dell’Esercito Danese nel 1880.

Funziona in singola ed in doppia azione, e la cartella sul lato sinistro si apre con facilità (dieci anni prima che lo facesse Bodeo, ed in maniera più semplice).

Ringrazio il sito Littlegun che per le armi prodotte in Belgio si rivela insostituibile (senza citare i SEI volumi scritti dal gestore del sito stesso che si rivelano uno strumento ottimo per l’identificazione delle armi prodotte in Belgio)

Il revolver con la cartella laterale chiusa; si nota la leva che, ruotata in senso antiorario, consente l’apertura della cartella

Il revolver con la cartella laterale aperta.
Ogni pezzo è numerato con numerazione sequenziale.

Di quest’arma è stata realizzata anche una versione commerciale in calibro .380.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *